BOERI VINI

Costigliole d'Asti

BOERI VINI

+39 333 361 7792

Intorno

L’azienda Boeri è situata nella piccola località di Bionzo, una frazione del Comune di Costigliole d’Asti storica cittadina in  provincia d’Asti, nella parte sud della regione Piemonte. Costigliole d’Asti si trova tra le città di Asti e Alba, la prima rinomata per la sua Barbera  e il suo Moscato e la seconda per i suoi tartufi. A soli pochi chilometri da Costigliole ci sono le città di Barolo e Barbaresco che sono diventate famose per i loro omonimi vini.

 

La zona vinicola  è situata sulle ultime colline del Monferrato ancora in provincia di Asti ai confini con le colline delle Langhe in provincia di Cuneo,  territorio collinare con vedute spettacolari di storici vigneti. Oggi, Monferrato e Langhe sono candidate per diventare patrimonio dell’UNESCO.

 

Si narra che il Monferrato nasce con Aleramo Monferrato, un nobile e guerriero che si è guadagnato la nomina di un abilissimo produttore di vino tra le nobili famiglie italiane. Le originidi di Aleramo erano molto umili e il suo nome ha raggiunto una certa fama solo grazie al coraggio dimostrato nei campi di battaglia durante l’impero di Ottone I. Impressionato dal valore e dal coraggio nei combattimenti di Aleramo, l’imperatore gli ha concesso il titolo di Marchese e un pezzo di terra. La dimensione di questa terra era pari a un “marca”: un’area con una circonferenza percorribile a cavallo in 3 giorni. Oggi, questo è il territorio di Monferrato. Il nome stesso, molto probabilmente, deriva da monx ferrax – la fertila montagna

COSTIGLIOLE D'ASTI

Situato nel sud Piemonte, Costigliole d’Asti è uno dei centri più suggestivi nel cuore dell’Alto Monferrato, a due passi dalla Langa Astigiana e Cuneese. Il territorio, dalla fertile pianura alluvionale del fiume Tanaro, si eleva tra dolci colline, fino a raggiungere i 300 metri, dalle quali si può ammirare un panorama straordinario, fino alle Alpi.

 

La zona fu abitata dai Liguri Euburiati e dai Romani, dei quali si hanno molte testimonianze tra cui il Castello di Costigliole, oggi sede di importanti istituzioni culturali come l’ICIF (Italian Culinary Institute for Foreigners) dove cuochi provenienti da molti Paesi stranieri apprendono da prestigiosi docenti i segreti dell’enogastronomia italiana.

 

Il Castello è anche la sede del Parco Culturale del Premio Grinzane Cavour dove si organizzano mostre, convegni e manifestazioni culturali mirate alla tutela e alla valorizzazione del territorio.

 

Una terra particolarmente generosa grazie al mare che un tempo la ricopriva e che ha lasciato un terreno ricco e fertile e un sottosuolo colmo di profumatissime sorprese, come i tartufi bianchi.

Le caratteristiche del suolo, particolarmente adatto alla vite, fanno di Costigliole d’Asti, Città del Vino, il paese con la superficie vitata più estesa del Piemonte.

 

L’economia di Costigliole è sempre stata legata alla terra, caratterizzata da marne, argille e sabbie, quasi totalmente destinata alla viticoltura. Sull’intero territorio operano circa settecento aziende vitivinicole che commercializzano i loro prodotti in tutta Italia e in molti Paesi stranieri ed hanno meritato importanti riconoscimenti internazionali.

 

La “Cantina dei Vini” raggruppa quaranta produttori, costigliolesi e non, e propone una qualificata selezione di grappe, prodotti tipici locali e vini, in particolare Barbera, di cui più di ottanta nelle varie tipologie. Proprio per sottolineare l’importanza di questo vino, al Barbera è dedicata, in Novembre, una prestigiosa manifestazione “Barbera, il gusto del territorio” in cui si promuove il confronto dei migliori vini Barbera piemontesi. In locali attigui alla “Cantina dei Vini” è stato allestito il Museo “Barbera: paesaggio e civiltà rurale”.

ENOGASTRONOMIA

Costigliole d’Asti ha delle ricche tradizioni enogastronomiche. Intorno alla cittadina si producono più di 12 vini. 

Dal vitigno Barbera si ottengono tre vini rossi:

  • Piemonte Barbera DOC
  • Barbera d’Asti DOCG
  • Barbera del Monferrato DOC

 

Altri vini rosso sono:

  • Monferrato Dolcetto DOC
  • Grignolino d’Asti DOC
  • Freisa d’Asti DOC
  • Piemonte Brachetto

 

Tra i vini bianchi della zona si trovano:

  • Piemonte Cortese
  • Piemonte Chardonnay
  • Moscato d’Asti DOCG
  • Asti Spumante DOCG
  • Piemonte Moscato passito

Costigliole è qualcosa di più di un incantevole angolo di Piemonte tra Langhe e Monferrato. È un sistema coordinato e operativo di forze che cattura il visitatore; il territorio, la storia, l’arte, la cultura, la tradizione, la ristorazione e l’enogastronomia sono ingranaggi di un meccanismo perfettamente calibrato capace di stregare e conquistare cuore, anima e mente.

 

Oltre ai rinomati tartufi bianchi, uno dei prodotti più caratteristico è il “Peperone quadrato d’Asti“, particolarmente apprezzato per la sua consistenza e versatilità nelle preparazioni gastronomiche, e ricercato sui mercati internazionali e dai gourmet più esigenti.

Vitello tonnato, insalata di carne cruda battuta al coltello, peperoni in bagna càuda (in salsa calda), arrosti o farciti, salumi e cotechini, fritto misto alla piemontese, finanziera, ravioli con il plin (pizzicotto), tajarin (tagliatelle), bolliti con bagnet (salsa verde), brasati e arrosti, bunet al cioccolato (dolce al cioccolato), zabaione al moscato, torte di frutta, tirà, turcet (torcetti) sono tra i piatti tipici del territorio, capaci di valorizzare le molteplici etichette dei vini della zona.

Le differenti colture hanno favorito l’apertura di numerosi centri commerciali, suggestivi e spettacolari per i colori delle mille sfumature, che costituiscono anch’essi un’attrattiva turistica.Non resta quindi che gustare i piatti e i vini nelle numerose osterie, agriturismi, ristoranti e cantine.