BOERI VINI

Costigliole d'Asti

BOERI VINI

+39 333 361 7792

Degustare

OSSERVA

Osserva il colore e la limpidità del vino. Guarda il colore del vino ponendo il bicchiere davanti ad uno sfondo bianco. Nota se il vino è limpido e brillante o torbido e di un colore sbiadito, ricordando che il vino cambia naturalmente colore con il passare degli anni. E’ importante poi fare roteare il bicchiere per esporre il vino ad una superficie più ampia, questo farà in modo che il vino abbia un contatto con l’aria maggiore e che quindi intensificherà la sua aroma.

ODORA

L’odore del vino è molto importante dal suo profumo siamo in grado di farci un’idea abbastanza precisa sulla qualità e l’importanza di ciò che abbiamo davanti. Profumi comuni includono aromi di frutta, spezie, erbe aromatiche e fiori. Ogni persona percepirà il profumo diversamente ma ci sono odori che sono specifici di un determinato vino e che devono essere percepiti come caratteristica. Accertatevi di annusare il vino diverse volte, un vino con una complessità maggiore infatti vi regalerà aromi differenti ogni volta.

ASSAGGIA

Il momento dell’assaggio è una combinazione di profumi e gusti, è importante non saltare il passaggio precedente per avere un’idea completa del gusto del vino. Cosa contribuisce a rendere un vino “bilanciato” è:

Corpo pieno: dato sia dall’alcool che dal glicerolo

Acidità: Dà al vino la freschezza e la vivacità senza le quali il vino diventa piatto e acido.

Tannini: il sapore amaro che senti deriva dalla buccia e dai semi dell’acino. E’ un elemento esseniale per completare il vino, soprattutto nei rossi. I tannini possono risultare astringenti, duri, secchi o morbidi.

Dolcezza: Deriva dal gusto di frutta del vino come da possibili zuccheri rimasti nel vino dopo la fermentazione. Se non c’è percezione di dolcezza, un vino viene definito secco.

Morbidezza: l’intesità di quest’ultima dipende dalla tipologia di uva, dalle condizioni in cui è stata tenuta e dalle tecniche usate durante la vinificazione.